Svizzera

La Svizzera è un paese meraviglioso e incontaminato di Alpi innevate, colline boscose, castelli, cattedrali e laghi. Ci sono molti sentieri escursionistici da percorrere in estate e le montagne per sciare in inverno. La cultura è molto varia e ha influenze francesi, tedesche e italiane. Gli studenti possono essere collocati in Svizzera tedesca o francese. Gli studenti che non parlano il tedesco possono essere accettati se sono disposti a frequentare un corso intensivo di tedesco all'arrivo della lingua (costo aggiuntivo). Chiedeteci informazioni!

Famiglia ospitante e vita quotidiana

È molto difficile descrivere la famiglia con la quale soggiornerai, poiché in realtà non esiste una tipica famiglia svizzera. Tuttavia, le famiglie svizzere sono generalmente piccole, con tra 1 e 3 bambini. I nonni di solito non vivono molto lontano, ma la maggior parte delle famiglie svizzere non ha più generazioni che vivono sotto lo stesso tetto. La maggior parte delle famiglie svizzere vive in un appartamento, solo una minoranza vive in case che possiedono. Le famiglie svizzere si divertono a cenare insieme, poiché è il momento perfetto per condividere idee, pianificare il weekend o le vacanze e discutere dei problemi. Nelle famiglie svizzere è normale che i genitori e i bambini condividano le faccende domestiche. Gli svizzeri hanno un modo molto educato di parlare l'uno con l'altro perchè nella loro cultura vivere in armonia con le persone che li circondano è molto importante. Una cosa sicuramente che ti capiterà di fare sarà sciare...

Sistema scolastico in Svizzera

La scuola superiore svizzera si divide in quattro specializzazioni: classico, linguistico, commerciale e scientifico.
Gli orari di scuola generalmente vanno dalle 7:30 alle 16:00, dal lunedì al venerdì e a volte anche sabato mattina ma possono esserci variazioni a seconda dell'indirizzo scolastico. Le materie comuni a tutti gli indirizzi sono: lingua straniera moderna, storia, matematica, geografia, biologia ed educazione fisica.
L’anno scolastico inizia a fine agosto e termina a fine giugno, ci sono alcune settimane di vacanza che variano in base al cantone di appartenenza. Le scuole svizzere richiedono ai nostri exchange student grande motivazione ed ottimi risultati scolastici questo perchè il sistema scolastico svizzero è al giorno d'oggi considerato uno dei più efficienti ma anche uno dei più duri e selettivi e la preparazione fornita è considerata fra le migliori al mondo. A seconda del cantone in cui si trova la scuola la lingua d'insegnamento può essere il tedesco, il francese, l'italiano o il romancio. Tradizionalmente in Svizzera si dà molta importanza all'apprendimento delle lingue e durante la scuola obbligatoria gli allievi apprendono una seconda lingua nazionale e l'inglese.

La maggior parte degli studenti svizzeri (circa il 60%), una volta terminata la scuola dell'obbligo, sceglie di aderire al tanto ambìto "apprendistato" che insegna ai giovani una professione, quelle più gettonate sono: elettricista, cuoco, impiegato bancario. Il restante 40% completa la propria istruzione frequentando il liceo che prepara all'ingresso nelle Università. In Svizzera la popolazione laureata è superiore rispetto alla media degli altri paesi.

Qualche curiosità sulle tradizioni della Svizzera

La Svizzera è un paese piccolissimo ma ricco di cultura e tradizioni in cui si parlano quattro lingue nazionali, a cui si aggiungono numerosi dialetti.La vita in una valle è diversa dalla vita in una grande città e così cambiano anche le tradizioni culturali. La Svizzera ha sicuramente una grande tradizione di musica popolare da ballo e gli strumenti suonati sono i violini, contrabbassi, clarinetti  lo «Schwyzerörgeli» (fisarmonica),  il salterio tedesco o il Trümpi (lo scacciapensieri), inoltre sono considerati strumenti musicali tipicamente svizzeri il corno delle Alpi, in origine uno strumento musicale e di comunicazione dei pastori, e i numerosi cori di jodel. La Svizzera conosce una grande varietà di usi, costumi e feste popolari durante le quali ogni regione sfoggia i suoi costumi tradizionali. Il 6 dicembre si celebra il giorno di San Nicola (Samichlaus), la figura del vescovo è vestita di rosso e il suoi inseparabile compagno è lo Schmutzli avvolto in una tunica nera. San Nicola e il suo aiutante visitano i bambini nelle case, nelle scuole e negli asili portando loro doni, frutta secca e dolci che vengono distribuiti ai bambini solo dopo che questi hanno recitato poesie e canzoncine. Numerosi paesini organizzano un corteo in onore di San Nicola che percorre un tragitto predefinito accompagnato da Trychlern (suonatori di campanacci), Geisselchlöpfern (schioccatori di frusta), altre figure che portano lanterne, fiaccole e gli Iffelenträger.